09/11/12

Finding the perfect black pumps....

.....ovvero come imbarcarsi in un'impresa che quella di Felix Baumgartner, in confronto, è una passeggiata di salute....
Ebbene sì, da qualche tempo a questa parte sono alla ricerca del perfetto paio di stiletto neri, che deve rispettare fedelissimamente le seguenti caratteristiche:
  • rigorosamente pointy-toe, ma non con quelle punte anni '90 bislunghe utili a schiacciare le formiche negli angoli più impervi di casa;
  • abbastanza scollate;
  • rigorosamente non in vernice (che vi voglio vedere a voi, feticiste della vernice nera, camminare in stile Sora Lella dal tanto dolore ai piedi), possibilmente in suede;
  • con tacco che parta almeno da 8,5cm, possibilmente non a rocchetto (che fa tanto 2000);
  • rigorosamente senza plateau (che a me ha già stancato anzichenò).














Ordunque, nella mia alquanto affannosa ricerca (che non è mica semplice mettersi sui tacchi con un pancione di 8 mesi), ho passato in rassegna diversi negozi milanesi per giungere a due fondamentali e incontrovertibili conclusioni.

  • Sia che si tratti di un paio di scarpe, sia di un cappotto o comunque di un capo/accessorio che si intende sfruttare per molteplici stagioni, la regola generale è sempre e solo una: mai, mai, mai andare al risparmio. Puntare alla qualità si conferma sempre un ottimo investimento.
  •  Le Pigalle sono le scarpe più scomode che siano mai state create....talmente scomode (e dolorose) da sembrarmi quasi uno strumento punitivo....detto ciò, visto che se ne vedono parecchie in giro, voglio conoscere quelle che le hanno comprate e che ci si trovano bene per capire se quella strana sono solo io...
Ciò detto, la mia scelta si orienta al momento su due pezzi, uno di Jimmy Choo e uno di Manolo Blahnik, adatti alle mie esigenze e rispondenti alle regole che mi sono prefissata....

Manolo Blahnik BBR

Manolo Blahnik BBR

Jimmy Choo Agnes

Jimmy Choo Agnes


Quali scegliere? Ai posteri l'ardua sentenza....

Aspetto vostri pareri e consigli....

XOXO

06/11/12

My second Outfit: back at work

Ultime settimane di lavoro....l'aumento del mio girovita riduce proporzionalmente le possibili combinazioni di vestiario per cui, a parte qualche abitino, i miei outfit per l'ufficio si limitano essenzialmente al binomio pantalone nero a sigaretta + camicia, che comunque ha sempre il suo perchè....

E quindi eccomi, espressiva come poche, stamattina alle 8 poco prima di uscire.....


Shirt: H&M (non è premaman ma è semplicemente una taglia mooolto più grande della mia!)
Pants: Nicole Caramel 
Slippers: C.B. Made in Italy, prese su Shoescribe, senza dubbio le scarpe più comode che abbia mai avuto....

Potete seguirmi anche su Instagram Facebook, Twitter e Bloglovin!

XOXO

29/10/12

My first outfit: mamma-to-be

Ebbene si, dopo oltre 2 anni è arrivato anche per me il momento di pubblicare il mio primo outfit sul blog.
Sono sempre stata molto reticente in proposito, ma questa volta, complice il vestito (nuovo) che mi piaceva particolarmente e ovviamente la gravidanza, ho deciso di pubblicarlo.
Ecco, dunque, il mio outfit per venerdì sera.

XOXO
 
30 settimane....dress Faire Dodo

26/10/12

Friday Outfit #6: like a Princess

Sobrietà, eleganza, raffinatezza...concetti sempre più spesso dimenticati o riposti in un'anta buia dell'armadio....il post di oggi nasce da una semplice considerazione, personale e pertanto opinabile....non esistono più occasioni d'uso, il giorno si mescola con la sera, la tuta è diventato un capo con cui uscire a passeggio in un pomeriggio qualunque, magari con una Birkin o una Chanel al braccio.....poi scorro pigramente le immagini di Google (non mi ricordo cosa stessi cercando), e mi imbatto in lei, bella, raffinata (del resto quando tua nonna si chiama Grace Kelly non può che essere così), senza loghi nè inutili orpelli, di una semplicità disarmante, capace di conquistarti; ergo ho deciso di dedicarle il Friday Outfit di questa settimana.
  1. Antonio Berardi turtlencek sweater
  2. Levi's skinny jeans
  3. Helmut Lang blazer
  4. Charles Philip slippers
  5. Saint Laurent Chyc tote

Inutile dire che questo outfit, perfetto per un pomeriggio di shopping o un caffè con le amiche (Nicole, almeno per una volta, guarda, impara e soprattutto taci), può essere facilmente replicato con capi e accessori no-logo e low cost.

Lascio a voi la parola.

XOXO

25/10/12

Fall's beauty must-haves



1) Bioderma Hydrabio Mousse Nettoyante: semplicemente fantastica, sia per la consistenza (pannosa) sia per l'efficacia e la delicatezza, da provare; 2) L'Occitane Creme Ultra Riche Corps al burro di Karitè: una coccola da concedersi con i primi rigori invernali; 3) Kérastase Masque Force Architecte: la maschera, punto; 4) YSL Le Teint Touche Eclat, novità 2012 è un fondotinta illuminante, il primo, a mio parere, che fa quello che promette; ottima tenuta, meraviglioso effetto sulla pelle, non posso più farne a meno (io ho scelto la tonalità BR 30)! 5) Burt's Bees Mama Bee Leg and Foot Cream, primo acquisto su Ecco Verde, è un vero toccasana dopo la doccia, rinfresca e sgonfia gambe e piedi stanchi, in più è 100% naturale, ottima; 6) Antipodes Aura Manuka Honey Mask, marchio eco-bio neozelandese, disponibile anch'esso su Ecco Verde, si è rivelato un ottimo prodotto: rinfresca, lenisce e compatta la pelle senza aggredirla, e il profumo è davvero paradisiaco; 7) Embryolisse Lait-Crème Concentré è oramai un must, celebrato dai make-up artists di tutto il mondo. Può essere utilizzato come idratante, struccante, maschera e primer, ideale, quindi, quando si viaggia. In assoluto il migliore idratante che ci sia in commercio, ad un prezzo competivivo (meno di 20€). Peccato solo che in Italia sia difficile da reperire; 8) Uriage salviettine sruccanti all'acqua micellare, delicatissime ed efficaci; 9) Bioderma Sensibio H2O, segreto di bellezza dei backstage delle sfilate, è un'acqua struccante in grado di rimuovere anche il make-up waterproof, validissima.

24/10/12

Icon of the Day

Nessuna di noi è insensibile al fascino discreto ed elegante di Parigi...una passeggiata nel Marais, un giro nella storica boutique di Hermès in rue du Faubourg Saint-Honoré, una cena da Kong....in poche parole il mio weekend ideale, se non fosse per il piccolo particolare che oramai sono arrivata a quel punto della mia gravidanza in cui non posso più mettere piede su un aereo....


Non è solo la magia che sprigiona questa città a catturarmi ogni volta che vi faccio visita, ma è anche e soprattutto quell'eleganza discreta, non urlata, senza fronzoli (e senza sforzi) delle parigine; per me semplicemente l'emblema di quell'effortless chic di cui tanto si parla (ma che ben poche hanno).


Fra queste, una in particolare ha da sempre catturato il mio interesse: Géraldine Saglio.


Stylist di Vogue Paris e assistente di un'altra mia icona di stile, Emanuelle Alt (della quale si nota peraltro una certa influenza stilistica) con uno stile unico, semplice e al tempo stesso mai scontato, Géraldine incarna la freschezza e la spontaneità tipica delle parigine, che incontriamo spesso nelle creazioni della oramai iper-celeberrima Isabel Marant
Il suo marchio di fabbrica? Un paio di skinny rolled-up, stiletti neri a punta, una tee o un pull basic e un'immancabile giacca di pelle. Un look sicuramente semplice, ma in grado di esaltare la sua esile figura senza mai involgarirla.

Il guardaroba di Géraldine è composto prevalentemente da capi basici, facilmente intercambiabili tra loro: blazer, jeans, pantaloni in pelle, t-shirt, maxi camicie e cappotti dal taglio maschile sono qusi sempre gli elementi chiave del suo look. Talvolta aggiunge un tocco più glam ai suoi outfit, introducendo magari una clutch animalier, un pantalone a sigaretta rosso o la Poppy-bow rossa di Isabel Marant.



 











Che ne pensate del suo look? Io la adoro e mi ritrovo al 100% nel suo stile....

XOXO

18/10/12

Pensieri e desideri del giorno

Un mazzo di fiori freschi, magari rosa, sicuramente peonie, da mettere in bella mostra sul tavolo in sala, un caffè e un giro di shopping con la mia BFF finalmente avvocato e finalmente rinetrata in patria (anche se solo temporaneamente), una giacca di pelle in pefetto stile biker, della quale sono alla ricerca oramai da mesi, una maschera rigenerante per il viso (ne ho presa una proprio oggi su Ecco Verde, nuova mecca del beauty shopping di prodotti eco-bio, a breve le mie impressioni), il poter esulare, almeno una volta, dal rigore stilistico che spesso mi contraddistingue per poter indossare qualcosa di più femminile, una nuova acconciatura, perchè si sa, non siamo mai contente delle nostre chiome, tacchi e rossetto rosso, una combo che, da quando sono in attesa, ho gradualmente abbandonato in favore di Repetto e burro di cacao, un nuovo paio di occhiali da sole che mandi un po' a riposo i miei Wayfarer (quelli di Kate sono semplicemente spettacolari), una stola grigia in cachemire di Faliero Sarti, morbida delicata e chic, perchè io in inverno senza nulla al collo mi sento un po' persa, qualcosa di nuovo per la casa, magari dei cuscini per il letto con le iniziali (che mio marito odia, ma dato che mi boccerà le peonie, i cuscini passeranno per forza), una nuova tee, magari con il collo a V, perchè non ne ho mai abbastanza; conoscerla e poterla finalmente vedere, perchè io la sto aspettando....















XOXO

17/10/12

Serena is always Serena

Oramai voi tutte ben sapete quanto mi appassioni Gossip Girl e quanto adori Blake/Serena, bellissima, sfrontata, un po' svampita, enormemente ricca e con una scarpiera da far invidia a Imelda Marcos...


Orbene, la scorsa settimana ho finalmente potuto vedere la tanto attesa Season Premiere della sesta e ultima stagione....a puntata conclusa, oltre al primo e immediato commento in stile Fantozzi post-visione della corazzata Potemkin (diciamocelo: oramai gli autori scarseggiano di argomenti e la trama si è notevolmente appiattita....è giusto che la serie arrivi a conclusione), sono rimasta come sempre folgorata dallo stile di Serena van der Woodsen, che riappare, proprio mentre tutti la stanno disperatamente cercando, in tutta la sua bellezza con un Jenny Packham della stagioneP/E 2012 (che peraltro dona più a lei che alla modella).



Ecco alcuni degli outfit  più interessanti di questa stagione.




Non dimentichiamoci, però, che anche il guardaroba di Queen B. non è da buttar via....semplicemente splendido il Valentino color vinaccia del terzo episodio.





XOXO